Author Archives: Ruben

Ultimo

(utilizzo un’immagine che avevo già usato in passato, ma questa volta siamo ai titoli di coda) Tutte le cose hanno un inizio e una fine e la scelta di questo giorno non è un caso, una parte importante e fondamentale … Read more »

time-lapse

No related posts.

Camp @Atalanta_BC 2016 (photos by Vick)

Related posts: Racconti pre e post camp Campionato Primavera 2016

Sogni e ricordi

Se c’è un momento per osare, per fare la differenza,
per iniziare qualcosa che vale la pena fare, è adesso.
Non per una grande causa, ma per qualcosa che accende il tuo cuore,
per qualcosa che è d’autentica ispirazione, per un tuo sogno.
Lo devi a te stesso, per rendere speciale ogni tuo giorno sulla terra.
Divertiti. Scava in profondità e riemergi. Respira la vita. Vivi i tuoi sogni!

(Stephen Littleword – Piccole cose)
Ciao Cri… questa poesia rappresentava tutta te stessa, eri così, sincera, spontanea, irruenta, testona con un cuore immenso, troppo grande per questo mondo.

Le persone belle

“Le persone più belle che abbiamo conosciuto sono quelle che hanno conosciuto la sconfitta, la sofferenza, lo sforzo, la perdita e hanno trovato la loro via per uscire dal buio. Queste persone hanno una stima, una sensibilità, e una comprensione della vita che le riempie di compassione, gentilezza e un interesse di profondo amore. Le persone belle non capitano semplicemente; si sono formate.”

(Elisabeth Kübler-Ross)

Ciao papà

Campionato Primavera 2016

CAMPIONATO PRIMAVERA PULCINI 5>5 8 ANNI GIRONE 65 06.02.16 – 1ª Giornata Calcio Vigevano 1921 – Romano Banco = 7-2 (Indisponibile) 13.02.16 – 2ª Giornata Romano Banco – Masseroni = 10-2 (2 Gol) 20.02.16 – 3ª Giornata Accademia Internazionale – … Read more »

Torneo Lallio

28.02.16 AMICHEVOLI 7>7 ATALANTA LALLIO FORZA & COSTANZA ROMANO BANCO Programma: CAMPO 1 ore 15.00 ATALANTA – FORZA & COSTANZA ore 15.30 ATALANTA – LALLIO ore 16.00 ATALANTA – ROMANO BANCO 3-4 (2 gol) Programma: CAMPO 2 ore 15.00 LALLIO … Read more »

Una volta nella vita

27/04/2016

Una è nascere, un’altra morire. In mezzo, parecchie altre cose ti succedono una volta sola nella vita. Il viaggio avventuroso, la notte d’amore che non avevi nemmeno osato immaginare, l’occasione presa per i capelli o persa per un pelo. Emozioni uniche, della cui irripetibilità sei consapevole nel momento stesso in cui le provi. Noi del Leicester sappiamo fin troppo bene che la nostra squadra adottiva non vincerà mai più il campionato inglese. Sotto sotto lo speriamo persino, altrimenti l’eccezionalità di quanto sta per accadere perderebbe un po’ del suo fulgore. Soltanto i potenti non si annoiano mai di esserlo (e per questo lo sono, però che noia).

La storia di provincia che ha incendiato la curiosità del mondo intero è un attentato alla logica e un inno alla speranza. Una banda di scarti e di incompresi che l’anno prima ha rischiato la retrocessione viene affidata a un allenatore non più di primo pelo, Ranieri, considerato da sempre un magnifico perdente. I difensori centrali hanno la mobilità di un armadio e nei piedi la sensibilità dei ferri da stiro. Il centravanti per un certo periodo ha giocato col braccialetto elettronico alla caviglia, essendo in libertà vigilata per i postumi di una rissa da bar. I giocatori di maggior talento sono un francese del Mali e un algerino che nessuna delle Big si è degnata di ingaggiare.

Partita dopo partita, la banda diventa squadra e il sogno prende forma. Sembra uno scherzo a cui non crede ancora nessuno. Poi le corazzate di Londra e Manchester cominciano a sbandare e il Leicester si rivela a se stesso e agli altri con un gioco semplice e redditizio, uno spirito di gruppo unico e una concatenazione di coincidenze favorevoli che solo dei prosaici chiamerebbero botte di c.

L’incredibile diventa possibile, quindi probabile e infine inesorabile. Ah, che sensazione unica di pienezza regala il sentirsi spinti dal vento dell’inesorabile. Ogni partita è un calvario con inglobata la resurrezione e alla fine piangono sempre tutti: giovani e vecchi, in campo e sugli spalti. Piangono per gratitudine o perché faticano ancora a credere che la storia si sia capovolta, che la trama di un film sia diventata cronaca, che ciascun uomo abbia un Leicester potenziale nel suo destino. Invece può succedere, tanto è vero che succede. Ogni tanto. Diciamo, una volta nella vita.

massimo gramellini

fonte http://www.lastampa.it/2016/04/27/cultura/opinioni/buongiorno/leicester-meglio-una-volta-nella-vita-il-piacere-inarrivabile-r8lb8sga4LW02xUAzdcOtL/pagina.html

Stampa

12.03.16 fonte http://www.sprintesportweb.it/sprintesport/ Related posts: Campionato Autunno 2015

Campionato Autunno 2015

CAMPIONATO AUTUNNO PULCINI 5>5 8 ANNI 03.10.15 – Girone 75 Romano Banco – Ausonia = 4-4 (1 Gol) 10.10.15 – Girone 71 Romano Banco – Buccinasco = 6-2 (3 Gol) 17.10.15 – Girone 70 Atletico S. Giuliano – Romano Banco … Read more »