Category Archives: Papà

Classe 1ª A

Di poche cose sono sicuro nella mia vita, ma credo di conoscere un poco Edo ed ero sicuro che il primo impatto (oggi si chiude la prima settimana a tempo pieno) con la scuola sarebbe stato indolore, ha una capacità … Read more »

In giro per la città

“Papà, andiamo in strada dove ci sono le macchine?” Grazie a Edo sono rimontato in bici dopo circa 15 anni. E così abbiamo fatto un giro nonostante sia solo un mese o poco più che ha lasciato le quattro ruote … Read more »

71

Non riesco ad immaginarti come saresti oggi, un arzillo vecchiettino di 71 anni con la tua solita pancetta, quella manco a dirlo?

Auguri papà…

Plin Plin

Notte. Ore 3:10. “Mamma, mamma… c’è un ladro in bagno che fa pipì?” “Tranquillo Edo, è solo tuo padre!”   Related posts: Sembrava strano Dimostrazione d’affetto Novità

Disegni e Passioni

Senza volerlo e forzarlo la mia passione calcistica ha avuto il sopravvento su Edo, sarà stato anche che ultimamente siamo andati a S.Siro a vedere due partite, di cui una pure serale (Milan-Roma, non ce l’abbiamo fatta però a vederla … Read more »

Estintori Meteor

Mi sono accorto solo oggi che in circa 30 metri di corridoio in ufficio ci sono tre estintori e non potevo non ricordare una famosa voce, ben presente in testa, indelebile al tempo, alla polvere, ricordi ben stampati in testa. Chi è di Milano, ma soprattutto chi è milanista e non più un ragazzino, aimè, starà sicuramente sorridendo leggendo il titolo del post.

“Meteor. Meteor. Meteor. Estintori Meteor. I più moderni ed efficaci mezzi che vi proteggono dal fuoco. Estintori Meteor. Pero. Milano.”

Una presenza fissa, la partita non iniziava se prima non si sentiva rieccheggiare la pubblicità degli estintori diffusa dagli altoparlanti di S.Siro.

Stiamo parlando di uno stadio che non c’è più, nessuna copertura, men che mai 3° anello, solo popolari, distinti, tribuna urlati dai bagarini fuori dallo stadio. Altri tempi, quando si arrivava presto perché i posti non erano numerati e vigeva la semplice regola del primo che arriva, l’importante era non mettersi sotto la “fossa dei leoni”, non sapevi mai cosa ti poteva arrivare in testa, meglio evitare.

Tante, tantissime partite viste con papà, anche quelle dell’Inter anche se entrambi di fede milanista, ma si passava la domenica pomeriggio insieme allo stadio anche perché all’epoca si riusciva ad entrare gratis  e quindi via in macchina direzione S.Siro anche se voleva dire mangiare di corsa perché all’epoca le partite erano solo pomeridiane, iniziavano tutte rigorosamente alle 14.30, non si poteva arrivare all’ultimo secondo, c’era il posto da prendere e c’era soprattutto quella voce da ascoltare.

“estintori meteor, estintori meteor…”

Ciao papà… nessun compleanno da ricordare, nessun anniversario, nessuna festa, solo un sorriso, solo un ricordo di una vita che non c’è più.

Disegni e regali

Cercate il sole – simbolo per eccellenza del padre – nei disegni dei vostri figli: il padre ideale, che brillando manda calore e vita a tutto il mondo. Se è collocato in un angolino a sinistra del foglio, indica quanto poco spazio ci sia per lui nel cuore del piccolo e quanto la sua funzione sia demandata ad altri. Se i raggi sono disegnati a matita o colorati di nero, può esserci freddezza o poco affetto, mentre se sono gialli ed evidenti, il figlio si sente sufficientemente riscaldato, dal punto di vista affettivo. E un sole che risplende sulle cime aguzze dei monti può indicare un padre temuto, o “irraggiungibile”. Pieno di significati anche l’albero (a un papà presente corrisponde di solito una chioma ricca e florida). O la casa: in un rapporto equilibrato, è collegata al mondo da una strada.

(fonte Corriere.it –

Uno dei regali più belli che potessi mai ricevere, un disegno fatto da Edo per la festa del papà. Quando me l’ha dato gli brillavano gli occhi, anche a me e non sono riuscito a trattenere le lacrime.

Lo trovo bellissimo, colorato, il primo disegno del mio bimbo in cui siamo io e lui, nessun altro se non un sole in alto a sinistra alla faccia di quanto riportato sopra e un cielo azzurro splendente.

Con orgoglio Venerdì me l’ha dato con l’unica richiesta che lo portassi in ufficio, da appendere e con tutta la felicità che mi esprime quel disegno ho già provveduto ad attaccarlo vicino agli altri disegni e alle foto.

Io e il mio papà

Per te

Auguri e buon compleanno dai tuoi tre maschietti di casa.   Related posts: Un amore iniziato tre anni fa… Buon Compleanno Carlo Buon Anno!

A mia mamma

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore.

(Alda Merini)

Auguri Mamma, ovunque tu sia!

Tappe

La chiamano spending review ma per noi ha significato la prima tappa di un percorso lungo che Edo inizierà a vivere da Settembre. Ieri sera prima di andare a dormire abbiamo dato un occhio sul sito del ministero per l’iscrizione … Read more »