Buio in sala: “Carlito’s way” (1993)

Una bella interpretazioni di Al (sicuramente non la migliore) che veste i panni di Carlitos Brigante, ex-spacciatore portoricano appena uscito di galera che cerca -invano- di cambiare vita prendendo in gestione un locale con il sogno di trasferirsi e trascorrere il resto della sua vita su un’isola dei Caraibi. Ma ben presto si accorgerà locandina_carlitoche il passato di un malavitoso non è possibile da cancellare così facilmente, come mi ripeteva spesso mio nonno se uno nasce quadrato non può morire tondo. E infatti i guai non tardano ad arrivare quando l’avvocato di Carlitos, cocainomane e corrotto, interpretato da Sean Penn splendido in questo personaggio (a parte per l’acconciatura!), chiede il suo aiuto dopo aver rubato un milioncino di dollari a un capo della mafia italiana (tra gangster portoricani, avvocati ebrei corrotti poteva mancare il mafioso italiano?!?). Fino all’ultimo la regia di Brian De Palma fatta di flash-back tiene legato a quel filo sottile che ci fa amare il cattivo sperando che riesca a salire su quel benedetto treno per prendere il volo verso la meta caraibica e ricongiungersi con la donna che lo ha amato e saputo aspettare nonostante la galera, una bellissima Penelope Ann Miller.

Citazione per Pachanga (Luis Guzman), braccio destro di Carlitos che alla fine si venderà per soldi.

Il trailer in lingua del film.

Questo post partecipa alla rubrica BUIO IN SALA, mercoledì cinematografico di Mamma F & Mamma C di Nati per delinquere. Grazie e buona visione.

5 Responses to Buio in sala: “Carlito’s way” (1993)

  1. bello bello bello.. e le ultime scene sono strazianti.. gran film, condivido la scelta!! 🙂

  2. Idem.. anche a me è piaciuto moltissimo!

  3. eccomi qua, sono la Sciacquetta del mercoledì cinematografico 🙂

    Sempre belli i vostri film, questo poi lo adoro!!!
    Mi prende allo stomaco

  4. che film! veramente bello…

    ciao Ruben, sono tornata anch’io…

    un abbraccio a tutti

  5. Splendido questo film!!!!!

    Ho adorato Sean…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.