Dr. Jekyll and Mr. Edo

Dopo una settimana di lavoro non vedo l’ora che arrivi il fine settimana per godermi completamente e pienamente Edo, dalla mattina quando si sveglia (ancora praticamente notte) alla sera quando va a letto. Sono un papà abbastanza presente ma lo stesso mi accorgo che durante la settimana il tempo trascorso insieme non è molto. Il sabato e la domenica (visto che quest’anno non ho impegni calcistici) possono essere vissuti come momenti di quantità e naturalmente di qualità.

Ma poi succede, come questa mattina, che Edo sia un lamento ambulante, che si intestardisca a fare tutte quelle cose che non dovrebbe (da infilare le dita nelle prese al chiudersi in bagno, a giocare con lo specchio nell’anta dell’armadio a correre per casa con cose che non dovrebbe toccare), per non parlare poi dei capricci per vestirsi. Se gli devo mettere il maglione inizia a sgusciare nemmeno un gruppo di vipere a un rave-party, quello stesso maglione che non voleva infilarsi, 2 ore dopo non vuole assolutamente toglierlo. Sembra che faccia apposta nel cercare di portarci al limite con il risultato putroppo che ci riesce benissimo!

Perchè aspetta l’week-end per scatenarsi e per trasformarsi da Sir Edward a Dottor Jekyll?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.