Toc… toc…

Abbiamo trascorso la notte al dolce suono dei colpi di tosse di Edo, non hai mai smesso, costante, ritmico da quando l’abbiamo messo giù a nanna nel lettino a quando abbiamo provato la cura lettone. Nulla da fare, ha tossito tutta la notte e anche ora non sembra dargli tregua. Naturalmente non vuole prendere lo sciroppo sperando in effetti miracolosi e quindi ieri sera avevamo riempito bibo con acqua e sciroppino sperando di fregarlo, stessa cosa con la bua bevanda preferita, il tè. Dopo il primo assaggio nemmeno fosse il presidente onorario dell’associazione dei sommelier si rifiutava categoricamente di bere alcunchè, quindi oltre alla tosse adesso non beve più nulla.

Sono solo le 8.30, siamo in piedi dalle 5.15 e la giornata è lunga, molto lunga!

In questo momento sta guardando una puntata degli Zonzoli:

“Toc, toc”
“Chi è?”
“Banana”
“Banana chi?”
“Toc, toc”
“Chi è?”
“Banana”
“Banana chiiii?”
“Toc toc”
“Chi è?”
“Arancia”
“Ariancia chi?”
“Non siete contenti che non ho detto banana?”

5 Responses to Toc… toc…

  1. dalla mia esperienza personale se decidono di non bere qualcosa, non li freghi in nessuna maniera….non resta che la prova di forza: aprirgli la bocca e buttargli giù la medicina…a mali estremi, estremi rimedi.

  2. Quando usiamo il metodo forza bruta finisce sempre con rivoli di sciroppo che cola stile Drakula con il sangue! 😀

  3. eh eh eh, lo so, ma con l’esperienza si impara a fare centro nel nanosecondo in cui riesci ad aprirgli la bocca al massimo!

  4. se mi permettete il metodo infallibile io l’ho trovato con la terza:
    concordo tutto quello che dice MammaTUttoFare con l’aggiunta di usare una siringa (senza ago ovviamente)!
    La riempi di antibiotico, sciropo, medicina, vov alla crema o quello che deve ingurgitare, lo blocchi (con Nanà lo faccio anche sdraiata sul fasciatoio) e infili la siringa mirando il lato bocca (guancia interna per intenderci,)così non ti frega serrando i denti. Con calma ma decisione spingi dentro il liquido che lui è obbligato a mandar giù! Magari un po’ alla volta così deglutisce in più riprese, ma senza mai togliere la siringa, se no devi riniziare tutto da capo.
    La faccia seria è d’obbligo…

    Lo uso per ogni tipo di antibiotico per ogni tipo di figlia!
    Avete mai provato poi a dover dare il DICODRAL60 sciolto in 200ml d’acqua (sali minerali anti disidratazione da cagarella e vomito): risultato un litrazzo di beverone che farebbe schifo anche a me!
    Questo è l’unico modo in cui la riesco ad obbligare a berlo! Anche dieci siringhe di fila, poveretta…

  5. @mtf e wm
    Grazie per le info. Come diceva un grande filosofo “Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo”.
    Quindi, sperando di non dovergli mai dare 200ml di acqua e dicodral ho preso appunti per le prossime somministrazioni di liquidi vari! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.