Buio in sala: “Basilicata coast to coast” (2010)

Care le mie NxD, rieccomi finalmente, dopo settimane di assenza ritorno con un film italiano, una commedia on the road come dicono quelli che se ne intendono.

Trama (da wiki): “Quattro amici di Maratea, Nicola Palmieri (Rocco Papaleo) tastiere e voce, Franco Cardillo (Max Gazzé) contrabbasso, Salvatore Chiarelli (Paolo Briguglia) chitarra e Roccbasilicatacoasttocoasto Santamaria (Alessandro Gassman) percussioni, da ragazzi avevano fondato una piccola band di provincia. Ora invece sono un professore di matematica, un falegname, un tabaccaio e un attore. In una calda estate lucana, i quattro decidono di partecipare al festival nazionale del teatro-canzone di Scanzano Jonico e si danno il nome alternativo “Le Pale Eoliche”. Da Maratea a Scanzano Jonico, i quattro amici devono attraversare tutta la Basilicata, dalla costa tirrenica alla costa ionica.”

Mi sono divertito molto a vedere questo viaggio, mi sono fatto accompagnare attraverso paesaggi lucani che non conosco, la musica è il filo conduttore insieme al viaggio e il tutto è ricamato da una bellissima fotografia. Un bel film che si vede volentieri tra risate, silenzi e canzoni con personaggi un po’ caricaturali come Max Gazzè, bassista che causa sofferenza amorosa non parla più oppure il buon Alessandro Gasmann che si spaccia per attore, ma in realtà non lavora da anni nemmeno per fare una pubblicità. E’ un viaggio intrapreso da quattro amici a cui si unisce una giornalista figlia di papà (Giovanna Mezzogiorno) per raccontare questo strano viaggio. Pensatore, ideatore di questo viaggio è Rocco Papaleo bravissimo come sempre (indimenticabile con il parrucchino biondo nel film di Pieraccioni “Una moglie bellissima”):

«La Basilicata esiste, è un po’ come il concetto di Dio, ci credi o non ci credi.»

Vi lascio con la scena più dolce di tutto il film, un omaggio a tutte le donne, mogli e madri che leggono il blog, un omaggio naturalmente alla donna che ho scelto di avere al mio fianco:

Da leggere ascoltando “Basilicata on my mind”, colonna sonora del film

Questo post partecipa alla rubrica BUIO IN SALA, mercoledì cinematografico di Mamma F & Mamma C di Nati per delinquere. Grazie e buona visione.

4 Responses to Buio in sala: “Basilicata coast to coast” (2010)

  1. Grazie per la recensione.

  2. uno di quelli presenti nella mia lista “da vedere”…

  3. Ciao Sir, bello questo blog, non ho mai commentato prima, ma questo film è uno dei più belli che io abbia visto l’anno scorso e mi ha impressionato tanto perchè è italiano. Da un pezzo non vedevo pellicole italiane così ben fatte e sceneggiate. Bello davvero, bravi gli attori son d’accordo con te e bella la tua recensione!! 🙂

  4. visto e piaciuto, tantissimo: l’ho trovato poetico in alcuni tratti, addirittura da cineteca (voto dieci a max gazzè!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.