Tag Archives: antibiotico

Chi sopravviverà?

L’ho scritto molte volte, mi ripeto volentieri: Edo è un bimbo fantastico, ma con un carattere ben definito, forse troppo, testone all’inverosimile, capriccioso a volte che nemmeno un buddista zen riuscirebbe a contare fino a 10, ma è anche un bimbo affettuosissimo dotato di slanci di affetto che a volte ti lasciano senza parole.

Da Venerdì scorso è recluso in casa, vero che c’è il viaggio mattina-sera verso e da casa dei nonni, ma sta iniziando a soffrire questa situazione come se si sentisse chiuso in gabbia senza poter dare sfogo a tutta la sua energia: siamo al 5° giorno di antibiotico che non l’ha scalfito nemmeno un attimo, anzi sembra dargli una carica tipo spinaci per Popeye.

Questa mattina niente nonni, se la vedono mamma&figlio e ammetto di essere un po’ preoccupato: l’ultimo pensiero ieri sera prima di addormentarmi e il primo appena sveglio è stato: chi sopravviverà? Chi uscirà vincitore dall’Anfiteatro Flavio?

Update:
SMS dalla mamma (ore 11.45):
“Ha pestato 2 volte la testa contro il muro. Fatto volo dell’angelo dal divano. Arrampicato sul mobile tv e mi ha tirato un’altra ginocchiata nella pancia. Stsera esco io a cena… SOLA!”

Forse mi conviene fare un salto a casa in pausa pranzo!

Da leggere ascoltando Lisa Gerrard in “Now we are free” (tema del “Gladiatore”)

Meglio precisare

Al telefono:

“Ciao papà di Edo, come va?”

“Bene grazie, come sta Luca*?”

“Bronchite asmatica, 10 giorni di cura. A proposito, come fate a dare l’antibiotico a Edo?”

“In che senso?”

“Nel senso che Luca lo sputa e si fa venire il vomito”

“E cosa pensavi, che vi aprisse la bocca e vi ringraziasse pure? A parte gli scherzi, noi utilizziamo il metodo: blocca e spara. Io cerco di bloccare il più possibile gambe e mani tenendolo in braccio e la mamma gli spara l’antibiotico con la siringa”

“Ah, usate il metodo forza bruta?”

“Esagerato, se non facciamo così possiamo abbandonare l’idea di dargli l’antibiotico”

“Avevamo anche pensato di metterlo nel latte”

“Guarda che hanno le papille gustative più sensibili di un sommelier e poi cosi rischi anche che non ti beve più il latte. Allora ricapitoliamo: tu lo tieni in braccio e la mamma gli spara di lato il siringone di antibiotico, ok?”

“Ok, domani mattina proviamo”

“Ah, dimenticavo: la siringa… senza ago!!!”

* Luca è l’amichetto del cuore di Edo, si conoscono praticamente da quando sono nati visto che abita 2 piani sopra e quest’anno da Gennaio si sono ritrovati anche nella stessa classe all’asilo: sono spettacolari insieme, si completano a vicenda avendo due caratteri opposti e per questo si cercano e si trovano!

Responso – II parte

Secondo responso dopo la visita di controllo dalla pediatra: stiamo andando alla grande, Edo ha risposto benissimo alla cura e da oggi si procede solo con l’antibiotico e via di fermenti lattici! 🙂 Piccola parentesi: nonostante la pediatra del SSN … Read more »