Tag Archives: casa

Disegni e regali

Cercate il sole – simbolo per eccellenza del padre – nei disegni dei vostri figli: il padre ideale, che brillando manda calore e vita a tutto il mondo. Se è collocato in un angolino a sinistra del foglio, indica quanto poco spazio ci sia per lui nel cuore del piccolo e quanto la sua funzione sia demandata ad altri. Se i raggi sono disegnati a matita o colorati di nero, può esserci freddezza o poco affetto, mentre se sono gialli ed evidenti, il figlio si sente sufficientemente riscaldato, dal punto di vista affettivo. E un sole che risplende sulle cime aguzze dei monti può indicare un padre temuto, o “irraggiungibile”. Pieno di significati anche l’albero (a un papà presente corrisponde di solito una chioma ricca e florida). O la casa: in un rapporto equilibrato, è collegata al mondo da una strada.

(fonte Corriere.it –

Uno dei regali più belli che potessi mai ricevere, un disegno fatto da Edo per la festa del papà. Quando me l’ha dato gli brillavano gli occhi, anche a me e non sono riuscito a trattenere le lacrime.

Lo trovo bellissimo, colorato, il primo disegno del mio bimbo in cui siamo io e lui, nessun altro se non un sole in alto a sinistra alla faccia di quanto riportato sopra e un cielo azzurro splendente.

Con orgoglio Venerdì me l’ha dato con l’unica richiesta che lo portassi in ufficio, da appendere e con tutta la felicità che mi esprime quel disegno ho già provveduto ad attaccarlo vicino agli altri disegni e alle foto.

Io e il mio papà

Dedica mattutina

Mattina. Ore 7.15. Lusso. “Posso venire di là?” (inteso nel lettone) “Certo, puoi venire” (intanto più di 3 minuti esatti non resiste) Dopo 2 minuti e 30 secondi. “Papà, voglio il latte!” … “Papààà, voglio il latte?” “Ok, cosa devi … Read more »

Per caso

“Palloncino ma dove vai?” “Hey palloncino ma dove voli?” Un gioco nato per caso. Per caso abbiamo fato un giretto alla Chicco, per caso appena entrato (non tanto)  Edo si è preso un palloncino, per caso (il palloncino) non è … Read more »

L’eredità

Sto diventando scemo: vi sembra facile vendere una casa ereditata insieme ad altri 4 sparsi in TRE regioni (di cui DUE bagnate dal mare) e la casa in vendita si trova in una QUARTA regione (e c’è sempre di mezzo il mare)???? Adesso che ci penso sono l’unico che non centra nulla con il mare!!!

Tra notai, agenti immobiliari, zii, cugini, fax, mail e telefonate non ci sto a capire più nulla!!!

La sfiga sfortuna vuole è che io sia quello più vicino (sono pur sempre a 300 Km circa). Così Mercoledì prossimo viaggio premio solo dopo aver fatto la donazione (me l’hanno ricordato via tel, mail, sms che sono nuovamente arruolabile).

Per farmi abbassare la pressione, prendiamola a ridere e facciamo un giochino: chi indovina le 4 regioni coinvolte nel tourbillon di questa eredità?

PS: Mago, se leggi non vale la tua risposta!

“AIUTINO”: due regioni non sono solo bagnate dal mare, sono proprio circondate!!!

Giocate ascoltando i Dire Straits in “Money for Nothing”

Alba

Sabato mattina: sveglia ore 6.10 Domenica mattina: sveglia ore 5.50 Lunedì mattina: sveglia ore 5.30 Se il trend prosegue così inesorabile, non lo mettiamo nemmeno più a letto! Ma a parte questo piccolo dettaglio (si fa per dire!), domenica ci … Read more »

Chi sopravviverà?

L’ho scritto molte volte, mi ripeto volentieri: Edo è un bimbo fantastico, ma con un carattere ben definito, forse troppo, testone all’inverosimile, capriccioso a volte che nemmeno un buddista zen riuscirebbe a contare fino a 10, ma è anche un bimbo affettuosissimo dotato di slanci di affetto che a volte ti lasciano senza parole.

Da Venerdì scorso è recluso in casa, vero che c’è il viaggio mattina-sera verso e da casa dei nonni, ma sta iniziando a soffrire questa situazione come se si sentisse chiuso in gabbia senza poter dare sfogo a tutta la sua energia: siamo al 5° giorno di antibiotico che non l’ha scalfito nemmeno un attimo, anzi sembra dargli una carica tipo spinaci per Popeye.

Questa mattina niente nonni, se la vedono mamma&figlio e ammetto di essere un po’ preoccupato: l’ultimo pensiero ieri sera prima di addormentarmi e il primo appena sveglio è stato: chi sopravviverà? Chi uscirà vincitore dall’Anfiteatro Flavio?

Update:
SMS dalla mamma (ore 11.45):
“Ha pestato 2 volte la testa contro il muro. Fatto volo dell’angelo dal divano. Arrampicato sul mobile tv e mi ha tirato un’altra ginocchiata nella pancia. Stsera esco io a cena… SOLA!”

Forse mi conviene fare un salto a casa in pausa pranzo!

Da leggere ascoltando Lisa Gerrard in “Now we are free” (tema del “Gladiatore”)

{this moment}

DSCN1172

“A Friday ritual. A single photo – no words – capturing a moment from the week. A simple, special, extraordinary moment. A moment I want to pause, savor and remember.”

Words and Inspiration By Amanda and many others…

Vicini – parte II

E’ ufficiale: il basterd, citando Tarantino, è tornato a casa, è uscito dalle patrie galere. E’ ufficiale: da oggi siamo alla ricerca di una nuova casa. La cosa che mi fa rabbia proprio oggi che è la festa della Donna … Read more »

E’ stata dura

Non so come e in che stato, ma siamo arrivati alla fine di questa lunga giornata. Trascorrere tutto il giorno con Edo in casa è qualcosa di inspiegabile (infatti non ci provo nemmeno) e per fortuna che con la scusa … Read more »