Tag Archives: Racconti

Edo e il Milan

La storia del Milan raccontata da Edo Classe 2ª A (a.s. 2014-15) Related posts: Racconti pre e post camp Disegni e Passioni

Edo da grande

“Quando sarò grande con la mia fidanzata andrò a vivere a Paris Saint-Germain oppure a l’Empoli” “Meglio Parigi di Empoli” “Si, meglio Paris Saint-Germain” “Da grande farò il meccanico” “Quando sarò grande e avrò un figlio, se sarà femmina la … Read more »

I figli

 “Il bambino ha bisogno del tuo amore, non del tuo aiuto. Non puoi aiutarlo a raggiungere uno scopo che non conosci: tutto ciò che puoi fare è non interferire. E di solito, con la scusa dell’aiutare l’altro, si interferisce continuamente con lui, e poiché lo si fa in nome di qualcosa di bello, nessuno solleva obiezioni. La capacità di non interferire è una delle cose più difficili, non fa parte della natura della mente. La mente desidera interferire continuamente e con insistenza. Più riesci a interferire, più potente diventi.

…Non si tratta di aiutare il bambino, si tratta di proteggerlo. Se hai un bambino, proteggilo da te stesso. Proteggilo da tutti coloro che possono influenzarlo. Esistono solo bambini che si portano appresso le paure e la debolezza dei loro padri, delle loro madri e di tutti i parenti, di quelli che hanno loro impedito di essere se stessi.

…Se sei un genitore, hai bisogno di un grande coraggio: il coraggio di non interferire. Mostra al bambino direzioni sconosciute da esplorare. Non fargli temere il buio, non creare in lui l’incubo del fallimento o la paura per tutto ciò che è sconosciuto. Sostienilo. Quando inizia ad esplorare zone sconosciute dagli tutto il tuo appoggio, il tuo amore e le tue benedizioni.

…Se ami, sarà molto facile. Non domandare “come fare” perché il “come” implica chiedere un metodo, una tecnica, e l’amore non è una tecnica. Ama i tuoi figli, gioisci della loro libertà.

…Potranno essere felici solo se diventeranno ciò che devono diventare. Possono solo realizzare il seme che portano dentro di sé.

…L’educazione è un ponte tra ciò che è potenziale e il suo realizzarsi.”

(Osho)

Citando i Barbapapà: “E’ facile a dirsi, ma difficile a farsi caro straniero!”

Ma che modi!

Sveglia all’alba e domenica mattina trascorsa al centro commerciale per fare un po’ di spesa. Dopo aver velocemente messo nel carrello un po’ di scatolame e cibarie varie nel completare il giro ci ritroviamo nel reparto giochi e a Edo … Read more »