Sembrava strano

Doveva esserci una situazione astrologica davvero particolare la scorsa notte, tipo un transito di Giove e di Urano con l’opposizione di Saturno mentre la Luna stava a guardare alla finestra, una specie di super cazzola con antani, per capirci.

Questa notte dalle 3.45, ogni quarto d’ora puntuale come una tassa, il tempo minimo e sufficiente per riaddormentarmi:

“papà, candela!!!”

“arrivo… soffia bene, bravissimo, adesso dormi che è ancora notte”

…Zzz…

“papà, acqua!!!”

“eccomi, tieni il bibo e chiudi gli occhietti”

…Zzz…

“papà, calza!!!”

“cerchiamo la calza, ma dove cavolo è sta calza, mentre cerco la calza bevi un po’ d’acqua, trovata! Adesso dormi però amore”

…Zzz…

“papà, pipì!!!”

“andiamo in bagno, fatta? bravo, il pido è dentro le mutandine, si, ok, a nanna adesso!!!”

…Zzz…

“papà….”

“papà non c’è più, scappato!!!”

PS: la mamma non si è alzata, ma ha partecipato al mio peregrinare notturno!

Da leggere ascoltando i REM in “Daysleeper”

5 Responses to Sembrava strano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.